Disable Preloader

In questa vita non possiamo fare grandi cose
ma possiamo fare piccole cose con grande amore.
Madre Teresa di Calcutta

Lettera di Peter Muturi

Lettera di Peter Muturi

Sono Peter Muturi,
accolto come orfano povero nella Missione di Ndithini nell’anno 2004.
Qui ho trovato buone persone, suore disponibili a fare le mamme e tanti amici soli come me.
Sono stato bene in questa grande famiglia perché mi nutrivano, mi curavano e mi mandavano a scuola. Mentre crescevo mi sentivo fortunato perché non mi ammalavo di polmonite, morbillo, diarrea, tetano o quella nuova malattia a.i.d.s.
Potevo studiare, desiderare e non badare alla morte. Mi hanno insegnato che quello che pensavo era bello ma erano sogni e per realizzarli bisognava impegnarsi.
Sono stato bravo perché sono sempre stato promosso arrivando a prendere il diploma di infermiere.
Ho lavorato in missione nei periodi delle vacanze come meccanico e altro per guadagnarmi l’acquisto dei libri. Mi avevano anche detto che in un paese lontano da dove veniva Suor Nadia c’erano altre persone buone che senza conoscermi avevano fiducia in me. 
Non capivo ma questo mi faceva sentire importante e di grande aiuto nei momenti difficili.
Nell'anno 2015 ho realizzato il mio sogno.
Sono infermiere e lavoro nel Dispensario di Ndithini tra i poveri del mio paese e con loro continuerò a sognare per migliorare il piccolo Dispensario e a credere nelle persone.

Grazie agli amici in Italia.